Tra 90 anni su Facebook ci saranno più morti che vivi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

A cura di Veronica De Luca.

L’affermazione suona un po’ macabra, ma secondo le ricerche di Sadikki, dell’università del Massachussets, ci saranno più morti che vivi entro il 2098. Gli utenti iscritti su Facebook sono oggi ben 1,5 miliardi: il numero di iscritti tenderà a crescere ma con tassi di crescita sempre minori, fino a che il numero di account attivi sarà superato da quello di profili di persone decedute, gestiti da un erede.
facebookOggi si può impostare infatti un contatto erede, al quale è permesso gestire l’account dopo il decesso della persona interessata: solo questo contatto erede potrà quindi decidere se eliminare l’account o renderlo un profilo commemorativo.

Una cosa però non è stata presa in considerazione dai ricercatori: il mondo moderno cambia e si evolve così velocemente che le tecnologie e le nuove invenzioni diventano ormai obsolete dopo pochi anni, per essere rimpiazzate da altre sempre più all’avanguardia.

L’era di Internet ha aperto molte possibilità, permettendo la nascita e il proliferare dei social network, i quali come ogni invenzione sono destinati a scomparire per far posto a qualcosa di nuovo. Sorge quindi spontaneo chiedersi se nel 2098 Facebook esisterà ancora, e soprattutto se verrà utilizzato da qualcuno: c’è chi addirittura scommetterebbe che nel giro di un decennio finirà nel dimenticatoio, sostituito da qualche altro social. La storia sembra sempre la stessa: la moda del momento spopola in rete, raggiunge il suo picco di popolarità fino a conoscere un lento declino,che probabilmente renderà questo social praticamente inutilizzato.
facebook officeTra un’ottantina d’anni Facebook sarà quindi un cimitero digitale di cui probabilmente nessuno sentirà più parlare.

 

Altri post assolutamente da leggere: