Pocket Project ti svuota le tasche e racconta chi sei

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

Le città possono essere raccontate in mille modi: attraverso la loro cucina, i loro monumenti e la loro storia; ma niente riesce a raccontarle meglio di un ritratto creato dalle persone che popolano e vivono quella città. Per conoscere in profondità gli abitanti di metropoli e paesini Fabio Persico si è inventato un originale stratagemma: svuotare letteralmente le tasche di passanti sconosciuti e amici di vecchia data.pp3

No, Fabio non è pazzo, ha semplicemente creato “Pocket Project” un divertente progetto seriale in cui appunto chiede a diversi tipi di persone di mostrare cosa contengono le proprie tasche. Perché proprio le tasche? Perché le tasche sono il mezzo genuino e spontaneo, in cui spesso nascondiamo e dimentichiamo amuleti imbarazzanti, monete del viaggio dei nostri sogni, ricordi dolorosi, biglietti di tram persi e scontrini di acquisti che non dovevamo fare.

Pocket Project si compone di diverse fotografie di persone che dipingono la “loro” città, creando un mosaico intenso, ironico, profondo e scanzonato.pp2

Da Pocket Project nasce poi il suo naturale continuo: #LeTaschedItalia. A differenza del primo, questo progetto attraverso videoritratti a puntate, scava più in profondità nella storia di una sola persona, ritraendola grazie a ciò che conserva in tasca. Riusciamo così a scoprire le sue passioni e le sue manie, i suoi sogni e le sue paure, le sue stranezze e le sue abitudini.

Nelle mie tasche ad esempio Fabio troverebbe scontrini e biglietti dell’ATM piegati a formare un aeroplanino, un rossetto fucsia, caramelle alla menta e la chiavetta della banca (per tenere tutto sotto controllo ed evitare di far troppi danni!).

Le puntate di #LeTaschedItalia escono ogni mercoledì!

Ecco dove seguire Pocket Project e #LeTaschedItalia:

 

Altri post assolutamente da leggere: