Niente che non va: Coez due anni dopo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr
A cura di Francesca Muscarà. Qualcuno ha per caso dimenticato le camicette floreali di Coez? Diamo un accenno di bio, tanto per rinfrescare la memoria (e fa anche un po’ figo, che non guasta mai): Nella vita Silvano Albanese, nella musica Coez. Il rapper nato a Salerno ma adottato a tutti gli effetti da Roma , esordisce con il gruppo Il Circolo Vizioso e più tardi con i Brokenspeakers per poi decidere che la sua carriera proseguirà in solitaria con l’album Figlio di Nessuno (2009) e Non erano fiori( 2013). Dopo due anni di lavoro è tornato il 4 settembre con il disco Niente che non va, titolo scelto perché “è la frase che ognuno si ripete soprattutto quando si vivono momenti bui.Coez-Niente-che-non-va-album-cover L’album è preceduto dal singolo La rabbia dei secondi, scelto come primo estratto per questo nuovo percorso. Accento marcatamente romano e cadenzato, lo stile del cd ha decisamente cambiato rotta dai primi anni del rap arrabbiato e cupo di E invece No. La svolta era già cominciata con Non erano fiori, in collaborazione con Riccardo Sinigallia, dove Coez comincia a sperimentare un genere più positivo che più si avvicinava al pop, lasciando del rap solo qualche traccia. La rabbia dei secondi, il pezzo a cui Coez ha dichiarato di sentirsi più legato, né è la testimonianza; Il testo ruota intorno al sentimento frustrante di arrivare e sentirsi secondi nella vita che - come ha dichiarato lui stesso in un intervista - può a volte essere lo slancio per migliorarsi. Oltre al La rabbia dei secondi anche Dove finiscono le favole e Ti sposerai regalano uno sfondo musicalmente più spensierato: «È un disco in cui metto a nudo tante parti di me. Ci sono pezzi che definirei anche colorati musicalmente ma con contenuti per me significativi in cui affronto anche temi difficili»  . Questa la tracklist: 01.Still life 02.La rabbia dei secondi 03.Niente di che 04.Con le tasche leggere 05.Dove finiscono le favole 06.Niente che non va 08.Jet 09.Ti sposerai 10.Costole rotte 11.Buona fortuna 12.Le parole più grandi Coez A poco più di 30 anni Silvano decide di indossare vesti più comode alla sua maturità e ad approcciare ad un genere più simile al sound di Cremonini o del cantautorato italiano più leggero, nonostante si dichiari sempre legato al mondo del rap che lo ha visto crescere. Mentre dal 4 settembre è partito il “Niente che non va instore tour” nel quale Coez presenta il proprio album, Il 13 settembre il biondo Tevere di Roma lo vedrà come uno dei protagonisti dell’evento  Buongiorno entusiasmo, assieme a Elio e le storie tese e Daniele Silvestri.

Altri post assolutamente da leggere: