Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr
Abbiamo intervistato Cajsa Siik, cantautrice svedese dal sound pop estremamente raffinato, impegnata attualmente nel tour italiano. ITA: Cosa rappresenta per te "Contra"? ENG: What does “Contra” represent for you? “Contra” sta per “contrasti”. Volevo catturare contrasti emozionali: quegli alti e bassi, duro e freddo, morbido e fragile. La tristezza e la speranza. Volevo guardare in faccia la realtà e creare un modo dei sogni utopia. Guardare in faccia le paure e “sballarmi”. Strisciare e volare. Contra for me stands for contrasts. I wanted to capture emotional contrasts: those highs and lows, hard and cold, soft and fragile. The sadness and the hopefulness. I wanted to face reality and create a utopic dreamworld. Face the fears and get high. Crawling and flying. ITA: La tua musica è evocativa e suggestiva, se dovessi paragonarla ad un quadro, quale sarebbe? ENG: Your music is evocative and suggestive,  if you had to compare it to a painting,  what would it be? Salvador Dali e Frida Kahlo assieme. Salvador Dali meets Frida Kahlo. ITA: Lo scrivere ed il comporre vanno di pari nel tuo processo creativo? ENG: Do writing and composing go at the same pace in your creative process? Si, penso proprio di sì. Inizia sempre con la sensazione di far uscire qualcosa. Di fare chiarezza e mettere le emozioni in parole e note. Sentimenti, note, melodia, parole.. Non c’è una linea dritta. Musica, pensieri e parole funzionano assieme nel processo creativo. E’ molto intuitivo. E difficile da spiegare come accade. Yes, I think so. It always starts with a feeling of wanting to let something out. Create clarity and put emotions into lyrics and notes. Feeling, chords, melody and lyrics.. There's no straight line. Music, thoghts and words work together in the creative process. It's very intuitive. And also hard to explain how it's done. Cajsa Siik - PRESS 2015 - 3 - Foto Elinor Wermeling ITA: Ci sono periodi in particolare che hanno più influenzato la tua musica? ENG: Is there any period in your life which has influenced more your music? Ho attraversato dei periodi molto intensi mentre scrivevo questi album. Li considero dei capitoli. Come un riassunto della realtà in cui mi trovavo in quel momento. Mentre scrivevo Plastic House e Contra mi stavo lasciando e stavo cambiando. La vita stava cambiando. Io sono cambiata. Ma non li chiamerei gli album delle “rotture”. Quando passi un momento difficile, molto spesso metti in discussione quello che ti circonda. Cercando la tua strada. E così vai avanti e poi indietro, a destra a sinistra, in alto, in basso. Per capire cosa fare e come superare quella fase. I've been going through intense periods while writing these albums. I look apon them as chapters. As sumups of the reality I was in. While writing both Plastic House and Contra I was going through breakups and I was changing. Life was changing. I changed. But I wouldn't call them break up albums. When you going through hard times you often question your surroundings. Trying to find your way. So you're moving forward, take steps back, to the right, left, up and down. To figure out what to to and how to cope. ITA: Cosa porti in te e nella tua musica della tua terra? ENG: What do you bring with you and in your music from your own land? Mi fanno spesso questa domanda. E’ difficile dirlo senza prospettiva. Magari quando avrò 90 anni e avrò girato il mondo sarò in grado di rispondere. Penso che si possa interpretare questa domanda in tanti modi. Quando diciamo “terra” intendiamo il panorama e il clima, le persone, il clima politico, l’ambiente musicale… Credo che sia un mix di tutto. Sicuramente sono influenzata da ciò che mi circonda. Forse anche dal buio dell’inverno e dalle estati in cui il sole non cala mai. E moltissimo dalle persone che mi circondano. E’ tutto attorno ai rapporti. Tra le persone e gli oggetti. I get that question a lot. That is hard to say without the perspective. Maybe when I'm 90 and travelled all the world I could answer that. I do think you could look upon that questions in many different ways. When we say land, do we mean the landscape and the climate, the people, the political climate or the musical inviorment.. I guess it's a mix of everytning. Of course I'm influensed by my surroundings. Maybe also by the darkness in the winter and the summers when the sun never goes down. And a lot by the people I'm surrounded by. It's all about relationships. Between people and materials. ITA: Visto che sei una cantautrice, trovi più piacere nello scrivere o nel cantare? ENG: Considering you are a singer-songwriter, do you enjoy more writing other than singing? Mi vedo come una persona che ha scelto la musica come mezzo per esprimersi. Una compositrice. Che canta. Ho bisogno di entrambe le cose. Per me, nello scrivere questi album, i due aspetti combaciano. Ho bisogno della mia voce e il mio corpo ha bisogno di scrivere, ma il bisogno di esprimermi e scrivere è l’inizio di tutto. I picture myself as a person who has chosen music as a way to express. A songwriter. And i sing. I need both. For me writing these albums, those aspects are totally combined. I need my voice and my body to write, but the longing and need to express and write is the start of it. ITA: Se non avessi fatto la cantautrice, come avresti immaginato la tua vita? ENG: How would you imagine your life if you weren’t a singer-songwriter? The thing with writing songs is that I always digg deep within myself. Sometimes I've been thinking that it would be easier not to go that deep and twist and turn. But it's my way to make things make sense and I started wlking that path very early. I need to create. Music and emotions can be abstract. If I didn't do that i probably wold create something physical.. Like having bakery or a little farm. Or I would just travel the world until I get old and die. Scrivere canzoni significa per me guardare in profondità dentro me stessa. Mi è capitato di pensare che sarebbe più facile non andare così nel profondo e ribaltare tutto. Ma è il mio modo di fare le cose con un senso, e ho cominciato questo cammino molto presto. Ho bisogno di creare. Musica ed emozioni possono essere astratti. Se non lo fossero, probabilmente farei qualcosa di materiale.. Come avere una panetteria o una piccola fattoria. O semplicemente girerei il mondo finché non invecchierei e morirei. 11142418_943112632387015_8651426055052877593_n ITA: Hai attraversato da nord a sud l'Italia, dove ti sei sentita più a casa? C'è qualcosa che ti ha colpito in particolare? ENG: You travelled across Italy from north to south, where did you feel more at home? Is there anything  you enjoyed more? Abbiamo incontrato molte persone stupende lungo la nostra strada. Dove c’erano persone che amavano la musica, ci siamo sentiti a casa. Viaggiando così hai modo solo di intravedere una città o una zona. Ogni volta vogliamo restare più a lungo e imparare di più. Vediamo che il panorama e le temperature cambiano, più vai a sud e più tutto diventa verde. Abbiamo visto la costa e siamo stati in Sicilia. E’ così bella che fa male. Gli accenti cambiando e così cambia anche il ritmo mentre guidi. Mi piacciono i contrasti tra le grandi città e quelle piccole dove tutti conoscono tutti. Il contrasto tra il nord, un pochino più organizzato, e il sud più esplosivo e selvaggio. A Catania ci hanno rubato gli strumenti. Anche se mi dispiace della perdita che abbiamo subito, sono grata a tutte le persone che hanno cercato di aiutarci. A trovare strumenti nuovi. A supporto emotivo. Abbiamo davvero avuto la sensazione che alle persone importasse. E questo significa molto. We've met so many amazing people along the way. Where there are loving people who cares about music we've felt at home. Right now we're in the car discussing the differences between north and south. Travelling like this you only get a sneck peak of a city and a aria. We always feel like we want to stay longer and learn more. We can see that the landscape and temperatures changes, the more south you get the greener it gets. We've seen the coastlines and we've been on Sicily. So beautiful it hurts. The accents changes and the tempo when driving the car. I enjoy the contrasts between bigger cities and the small ones where everyone know eachother. The contarsts of the little bit more organised north and the more explosive and wild south. Our instruments were stolen in Catania. Even if I'm sad about the lost I'm so greatful for all the people we met that tried to help us out. Finding new instruments. Emotional support. We really felt that people cared. That means a lot. ITA: Dopo i tragici eventi di Parigi, ti sei esibita diverse volte. Questi concerti hanno avuto un significato diverso per te? ENG: Following the tragic events in Paris, you had several shows. Have these concerts had a different meaning for you? Ho scoperto cos’era successo a Parigi finito il nostro concerto di Lamezia Terme. Ero sotto shock. Era così difficile da realizzare. Al concerto successivo ho pensato molto alla musica come forza di unione. Persone che si incontrano e condividono qualcosa. Ho pensato all'importanza dell’accettazione. Un prospettiva di quello che è veramente importante. Siamo tutti esseri umani e dobbiamo prenderci cura l’uno dell’altro e di questo mondo. Paura e odio creano solamente altra paura e altro odio. Bisogna focalizzarsi sull'amore. Non voglio avere paura di quello che non conosco. Bisogna tenere la mente e il cuore aperto. I heard about what had happened in Paris after our gig in Lamezia Terme. I was in chock. It was so hard to take in. During the next show's I thought a lot about music as a joining force. People meeting and sharing. Importance of acceptance. Perspectives of whats really important. We're all humans and we need to take care of each other and this world. Fear and hate creat fear and hate. Focus on love. I don't want to be afraid about what I don't know. Keep minds and hearts open. ITA: Che programmi hai dopo il tour italiano? ENG: Do you have any plan after the italian tour? In questo momento sono nella mia bolla da tour. Mi sembra che durerà all'infinito. Ma quando tornerò a casa, assorbirò tutto e continuerò a lavorare sul mio prossimo progetto musicale. Abbraccerò l’inverno svedese dal mio studio. Magari vado a Nord per un po'. Right now we're in our tour bubble. I just feel like keep odn touring. But when I get back I will let it all sink in and continue working on my next musical step. Embrace the swedish winter from the studio. I might go north for a while.    Traduzioni a cura di Elena Ardeni e Luigi Castaldo.  

Altri post assolutamente da leggere: