Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr
Non perdetevi l'intervista alla fotografa Debora Barnaba e soprattutto, non perdetevi gli scatti fantastici! StayCool: da dove nasce la passione per la fotografia? Debora Barnaba:  nasce da un caso: odiavo la fotografia perché troppo legata all'imperfezione della realtà, mentre amavo la pittura e il disegno per la possibilità che mi dava di creare secondo il mio pensiero. Un giorno poi mi sono trovata senza soldi, tele e colori, e ho iniziato a fotografare quello che avrei voluto dipingere. Da lì ho scoperto che anche la fotografia aveva un suo valore, un suo linguaggio e l'imperfezione della realtà è diventata quindi una sfida e una possibilità di crescita enorme. SC: a quanti anni hai iniziato? DB: ho iniziato nel 2006, che avevo 21 anni. SC: cosa preferisci fotografare? DB: Il mio soggetto preferito è il corpo, nelle sue infinite sfumature. Che sia nudo o vestito. SC: c’è un’ambientazione in cui preferisci lavorare? DB: non ne ho una in particolare. Per il mio lavoro di ricerca artistico preferisco lo studio, mentre per la moda mi piace cercare l'ambiente che più mi piace abbinato agli abiti e alla modella. Mi piace l'idea di creare un mondo. SC: quali sono i tuoi strumenti di lavoro? DB: i miei occhi, il mio dito indice destro, la macchina fotografica. Poi ci aggiungiamo a piacere luci, modella, team di lavoro, location, e via dicendo. SC: qual è la foto a cui sei più legata? DB: Non sento di averne una in particolare. Ci sono molte foto a cui sono legata, perchè mi trasmettono ancora molte cose, nonostante il passare del tempo. Di solito sono immagini molto forti per me, che hanno un richiamo sulla mia vita personale. E per questo importanti. SC: hai un fotografo di riferimento? DB: non posso dire di avere un riferimento in un fotografo solo. Ci sono molti fotografi, o meglio, molte immagini che mi piacciono. Faccio sempre molta ricerca per trovare spunti per il mio lavoro, e li trovo davvero in foto e fotografi diversissimi. SC: c’è un giornale o altro per cui vorresti lavorare? DB: mi piacerebbe lavorare per una rivista sperimentale, che abbia il coraggio di tentare nuovi approcci e nuove visioni, cercando di fondere al massimo fotografia di moda e artistica, lasciando piena libertà di espressione a chi ci collabora. SC: se dovessi realizzare un servizio fotografico per pubblicizzare StayCool, come ci rappresenteresti? DB: penso che come genere starei sulle immagini del mio shooting “Laura”, con luce naturale, ambientate in un parco, e toni soft. SC: tre cose che vorresti assolutamente fare nei prossimi 10 anni. DB: tantissime!!! vorrei viaggiare sicuramente tanto, fare una mostra importante e pubblicare sulle più importanti riviste di moda. Ammirate! Premi 2012 3rd at Premio Ghiggini Arte Giovani XI ed. 2011 special mention by the jury, Giovani Artisti Borgomanero, II ed. Esposizioni 2012 Il paesaggio contemporaneo, Deodato Arte, Milan 2012 Nonsolocorpisoli, I Macelli, Florence 2011 Circuiti dinamici, Circolo culturale Bertolt Brecht, Milan 2010 Locus animae, Palazzo del Turismo, Jesolo 2010 Artparty, Museum of modern and contemporary art Castello di Masnago, Varese 2008 Cristalli di Rocca, curator Carolina Lio, Rocca Grimalda, AL 2007 Body-il corpo umano nell'arte contemporanea, Spazio Expo Culturali GB Design, Florence Noi salutiamo e ringraziamo Debora! Se volete continuare a seguirla, potete farlo visitando www.deborabarnaba.it