Flores: il nuovo album di Iacampo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

A cura di Eleonora Tricarico.

Dopo tre anni dal suo ultimo lavoro “Valetudo”, il 23 ottobre uscirà il nuovo album di Iacampo per Urtovox e The Prisoner Records. Fra poco meno di due mesi infatti, Marco Iacampo, classe ‘76, tornerà sulla scena musicale con “Flores”, qualcosa che è più di un semplice album.

Dopo la partecipazione al “zund funk”, lo storico programma tedesco, dopo la vittoria al festival “Ritmi Globali”, dopo il primo posto all’”Arezzo Wave” nel 1998 e dopo tante e tante soddisfazioni e riconoscimenti, il cantante veneziano prende parte al progetto del 2009 “Il Paese è reale” promosso dal gruppo gli Afterhours con che “Che bella Carovana”, traccia numero 14 dell’album. Ed è così che vengo a conoscenza di questo artista e decido di raccontare qualcosa di lui, oggi.

Ma torniamo al presente: cos’è Flores?

“E’ un disco che racconta esperienze personali che diventano universali; di passioni che danzano tra ragione e follia. A tutte queste canzoni fatte di domande, di attese, di grandi dubbi e piccole certezze, il titolo “FLORES” restituisce una risposta silenziosa. Com’è la fioritura: un’ esplosione silenziosa. Senza parole ma dirompente. Fioritura di canzoni, di strade, di relazioni e progetti che hanno portato Marco a nuovi incontri per la realizzazione del suo nuovo disco.”

Registrato in un luogo protetto dai boschi e dai campi d’ulivo e a seguito di svarianti incontri tra Marco Iacampo e Leziero Rescigno, l’album uscirà in autunno ma sembra già avere la primavera dentro.

Che ne pensate? Al 23 ottobre l’ardua sentenza!