Fitbit One: più di un semplice contapassi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

A cura di Mariano Papolino.

Fitbit One è il wareable dell’omonima azienda Fitbit ed uno dei suoi primi successi commerciali. Lanciato nel settembre del 2012 insieme allo zip altro device simile, ha fatto il successo della Fibit Inc. A maggio dello scorso anno ho avuto occasione di acquistare proprio uno One e mi ha tenuto compagnia per tutta l’estate.

Il Fitbit One è compatibile con l’amato iPhone, con tutti i device Android a patto che utilizzino il bluetooth 4.0 e i Windows Phone grazie anche alle app di terze parti.

FitBit One
Piccolo, discreto e con display oled, il nostro contapassi ha diverse caratteristiche che ve lo faranno amare. Oltre all’orario, al numero di passi effettuato, possiamo conoscere anche quanti piani percorriamo nel corso della giornata e la distanza effettuata con le calorie bruciate. Ogni volta che lo consultiamo, il simpatico ammennicolo ci saluterà con una breve frase in inglese che ha l’intento di spronarci a fare qualche passo in più ed a conoscere anche qualche nuova parola nell’idioma di Albione.

Ma il piccolo compagno di passeggiate o corse, ha nel software a corredo il suo punto di forza. Le app che lo completano sul nostro terminale o sul computer (sia Windows che Mac) sono ben fatte, integrabili con altre app che possiamo usare a completamento e, per chi segue diete, offre un completo database dei cibi italiani. Quest’ultima estensione dell’app è molto importante per chi effettivamente ha desiderio di raggiungere dei traguardi concreti sul peso e sulla propria linea.

E’ tutto? Non proprio, nella confezione del One c’è anche il posto per una fascia da braccio in cui collocare il device per la notte, in questo caso avviamo la registrazione delle fasi di sonno e aggiungiamo un altro – importante – parametro al monitoraggio della nostra attività fisica e al nostro benessere.

FitBit One
L’azienda produttrice è stata una startup made in USA che ha puntato tutto sui contapassi. Design minimal come d’obbligo attualmente e trendy sono stati i due ingredienti di successo. Da poco opera direttamente in Italia e si distingue per l’attenzione al cliente. Un particolare da tenere ben in conto in fase di scelta.

Ho verificato con esperienza diretta la loro rapidità e cortesia e questo è un valore aggiunto da non trascurare.

Essendo distribuito a livello internazionale il Fitbit One ha anche una miriade di comunità virtuali (molte italiane e divise per regione e provincia) in cui socializzare, avere e dare consigli e partecipare a diverse attività. Un piccolo universo dinamico e attivo che ci sprona a stare in forma.

Non è poco per il piccolo contapassi One!

Run baby, run…

Altri post assolutamente da leggere: