Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr
Anche se l'industria della moda si è ingrandita e si è aperta a tutte le novità, è diventata allo stesso tempo meno accessibile e sempre più esclusiva. Oltre ai grandi marchi già ben affermati e conosciuti, esistono tante piccole realtà che faticano a farsi spazio. Ci sono soprattutto tanti giovani che pur dedicando la loro vita a questa passione, non riescono ad emergere e a diventare qualcuno. I motivi sono tanti come la mancanza di supporto, di interesse, di visibilità ed una competizione che tende a farsi sempre più accesa. E' anche vero però che non tutti meritano di ottenere il successo. Una persona che a mio parere merita (e anche tanto) è Valentina Cremona con il suo marchio Danivè.

Conosciamola! Valentina si diploma con il massimo dei voti all'istituto Marangoni di Milano nel 2005 e successivamente vola a Bilbao (Spagna) presso la casa di moda Jota Mas Ge. Di ritorno in Italia lavora alla corte della maison di Gimmo Etro e partecipa attivamente alla creazione della collezione primavera-estate 2007 e autunno-inverno 2008. E' proprio in questo periodo che Valentina intraprende l'avventura Danivè. Il nome del marchio, nasce dal mix tra il nome di Valentina e quello dei suoi genitori, Daniela e Daniele. Le quattro figure di donne stilizzate, stanno ad indicare una moda per tutte, in cui tutte indifferentemente possano riconoscersi secondo il proprio stile. Il processo creativo di Valentina parte dalle emozioni e dalle percezioni che uno o più artisti suscitano in lei, come ad esempio Klimt per la collezione autunno-inverno 2009. E' da quel mix di sensazioni, come una scintilla, che nasce una collezione completamente made in Italy che riporterà lo stile, i materiali, i ricami, le stampe e i volumi di quel mood.

L'ultima collezione, primavera-estate 2012, si ispira ad un artista cinese: Wang Xijing.

"L'arte orientale del maestro pervade le tele e l'anima dello spettatore: linee e colori sofisticati si alternano a pennellate e macchie di colore che sembrano nascere dai sogni, figure candide che emergono da fondi bianchi ricordano i macramè naturali degli abiti fusi sul corpo di chi li indossa. Immagini astratte di fiori, figure femminili, farfalle e texture di tessuti sono reinterpretate unendo alle suggestioni esotiche il gusto Made in Italy, con uno sguardo all'arte tutta italiana di Virgina Fagini. (...) Denim sbiancato e bicolore scandisce l’armonioso susseguirsi di materiali e tecniche: le sovrapposizioni giocano con i tessuti lasciando intravedere gli strati sottostanti. I ricami, sapientemente lavorati, bucano, arricciano e illuminano i capi. Nuances naturali, tono su tono, sono percorse da metalli che si trasformano in fiumi di colori. L'imprevedibilità sostituisce la monotonia: l'arancione è usato al posto del sabbia, l'azzurro sostituito al naturale e il turchese immerso nel nero fino a diventare blu profondo. La donna che si specchia nella Collezione Primavera Estate 2012 è una lieve e romantica artista dal carattere forte e deciso."

 Per vedere il lookbook completo clicca qui.

Anche con tutto il suo talento, Valentina ha incontrato come tanti stilisti emergenti, alcune complicazioni: "Sicuramente la difficoltà che ho incontrato e che tutt'ora incontro è il fatto che soprattutto in Italia non si ha voglia di investire su nuovi brand e si preferisce rimanere attaccati ai marchi superfamosi. Altra cosa è che sempre in Italia si guarda principalmente al prezzo e non alla qualità, mentre all'estero si sta più attenti che i capi siano fatti bene e con delle buone materie prime. La cosa mi dispiace parecchio, considerato che il made in Italy dovrebbe essere una cosa su cui noi ed il nostro paese dovremmo investire al massimo." Attualmente Danivè è venduto principalmente all'estero (Giappone e Russia), ben presto (marzo) partirà lo shop online sul sito. In attesa, ecco una lista dei negozi in cui acquistare qui in Italia:
  • 6167 - p.zza Cardinale Shuster, 10, Saronno (Mi)
  • Più di Così - via Trento, 34, Osnago (Lc)
  • Luino Trend - via Vittorio Veneto, 19, Luino
  • Buizza - via Campo, 14, Iseo
  • D'Alberti - via d'Ovidio, 8, Milano
  • Sperlinga - corso Butera, 149, Bagheria (Pa)
  • Masterbax - via Ferrucci, 90, Prato
  • Confezione Ines - viale San Giovanni Bosco, 66, Roma
  • Narda Minelli - via Naxos, 255, Giardini Naxos (Me)
  • Boutique Marta - via Santa Teresa degli Scalzi, 41, Napoli
  • Moda 3 - p.zza Sedile Portanova, 23, Salerno
  • Only Up - via dei Principati, 50, Salerno
  • Tendenze - via Roma, 190-192, Montoro Inferiore (Av)
  • Bijoux - corso F.Crispi, 83 bis, Ribera (Ag)
A noi, non resta che ringraziare ed augurare un grandissimo in bocca al lupo a Valentina Cremona e Danivè!

Altri post assolutamente da leggere: