Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr
Dopo varie esperienze musicali in band locali, Valentina e Roberto decidono di formare un duo acustico per poter valorizzare al meglio le proprie qualità. Nasce così nel dicembre 2012 il progetto Money&Crimes. Il duo si mette subito a ri-arrangiare, secondo la propria visione artistica, brani provenienti da universi musicali assai eterogenei. Il risultato è la formazione in breve tempo di un repertorio molto vario e coinvolgente, che va ben oltre i limiti delle solite proposte unplugged. Conosciamoli! 1 Ciao! Presentatevi ai lettori di StayCool! Ciao a tutti i lettori di StayCool da Money and Crimes! Grazie per l’intervista! Speriamo che le nostre visioni acustiche vi piacciano! Di cosa vi occupate e che genere musicale preferite? Siamo un duo chitarra e voce che ama re-interpretare canzoni provenienti dai più svariati universi musicali. Abbiamo entrambi gusti e caratteri profondamente diversi, ma abbiamo generato un nostro stile inconfondibile che mettiamo in tutte le cover. I nostri gusti musicali sono profondamente eterogenei. Io (Roberto) ad esempio ascolto molto più rock e svario dal progressive al reggae. Valentina invece è molto più vicina al mondo cantautoriale americano o inglese. Ci fate ascoltare qualcosa? (qui linkatemi uno dei pezzi di cui siete più fieri) Per tutti i pezzi i video e le foto vi aspettiamo sulla nostra pagina facebook www.facebook.com/moneycrimes Progetti per il futuro? Vogliamo farci conoscere. Sappiamo di avere un’ottima amalgama musicale e uno stile ben definito. Sono elementi che il pubblico nota e di cui andiamo fieri. Ora stiamo mettendo in cantiere un repertorio vasto che ci permetta di poter scegliere di volta in volta quali pezzi portare a seconda dell’occasione. Stiamo inoltre facendo qualche data per rodare la nostra intesa. Più avanti vorremmo produrre brani nostri e suonare regolarmente nei locali. Qual è la difficoltà per un artista o un gruppo emergente? Entrambi abbiamo avuto esperienze in gruppi che proponevano brani inediti e lì le difficoltà sono enormi in Italia. Registrare con qualità è costoso e suonare nei locali diventa proibitivo. E non parliamo dei rimborsi spese! In quel caso direi che la musica diventa un hobby abbastanza costoso ed  è difficile tenere unita la band di fronte alle mille difficoltà e alla scarsa attenzione del pubblico. Ora abbiamo trovato un ottimo compromesso che ci permetta di esprimere al meglio le nostre qualità e al tempo stesso di poter suonare in molti contesti diversi. Diciamo che per fare musica in Italia ormai ci vuole tanta ma tanta passione! Dove possiamo trovarvi? Ci potete trovare qui per ora: www.facebook.com/moneycrimes con tutti gli aggiornamenti e tante tante sorprese tutte le settimane!

Altri post assolutamente da leggere: