Amy – The girl behind the name: da domani al cinema

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

Un pendolo che oscilla vorticosamente tra i profondi solchi della depressione e i picchi incredibili del successo, tra le insicurezze di una semplice ragazza finita sotto il fuoco incrociato dei media e la magnifica sensazione di potere che la notorietà regala. Gli antipodi e le contrapposizioni sono state il punto di incontro che hanno segnato la vita di una delle cantanti più famose degli ultimi anni: Amy Winehouse.

amy1000

Per conoscere profondamente la star dalla voce soul, il suo animo tormentato e la sua storia malinconica, il regista Kapadia, con il docu-film “Amy – The girl behind the name” ha però indagato nel profondo e nelle sfaccettature della sua vita. Presentato come film fuori concorso al 68° Festival di Cannes, il film arriva domani nelle sale italiane.

Kapadia ha intessuto tra loro immagini, racconti, video amatoriali e interviste per ricostruire a tutto tondo la vita, lunga appena 27 anni, della cantante dalla voce graffiante di Ella Fitzgerald e dall’esistenza turbolenta dei poeti maledetti. Sigaretta, chitarra e taccuino erano per Amy gli antidoti contro l’infinita tristezza che da sempre si portava dentro, e che si è subito scontrata con l’amore/odio per il successo, che l’ha imbrigliata e non le ha dato scampo. Nella sua storia c’è spazio anche droghe ed eccessi, ritratti che la ritraevano forte e selvaggia, amori sbagliati e faide familiari, che hanno consumato un animo fragile ma tempestoso, sensibile ma sublime, che è riuscito a dar vita a tre album (di cui uno pubblicato postumo) che sono oggi entrati nella storia della musica mondiale.

amy-winehouse

In Italia il film, distribuito da Nexo Digital e Good Films, sarà nelle sale solo il 15, 16 e 17 settembre per celebrare quello che sarebbe stato il compleanno di Amy, nata il 14 settembre del 1983.

Altri post assolutamente da leggere: