17 fasi di un universitario prima di un esame

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on PinterestShare on Google+Share on Tumblr

Lo sappiamo, la vita di un universitario non è una figata così come tutti raccontano.
Anzi, ci sono dei momenti in cui vorresti urlare e lasciare tutto, soprattutto durante la sessione estiva. Sì esatto quel periodo in cui tutti escono, vanno al mare e si divertono mentre tu sei chiuso in casa cercando la forza di girare almeno una pagina.
Ecco quindi le 17 fasi (numero non a caso) di uno studente universitario disperatissimo:

 

1. Il tuo compagno di corso ti ricorda che tra 3 giorni hai l’esame di diritto privato.

2. Provi a motivare te stesso.

3. Inizi a pensare: “se studio 200 pagine al giorno, ce la posso fare.”

4. Il primo giorno di studio ne fai 100 e sei così orgoglioso di te stesso..

5. …Che il giorno dopo cazzeggi tutta la giornata.

6. Allo stesso tempo inizi leggermente ad entrare nel panico ma cerchi sempre di autoconvincerti che 2 giorni sono tanti.

7. E all’improvviso ti ritrovi la sera prima dell’esame che devi ancora studiare 400 pagine.

8. Ed è subito nottata:

9. Dopo un inizio promettente, hai un momento di crisi.

10. Decidi di prenderti 5 minuti di pausa, che diventano 35 grazie a Facebook.

11. Cerchi solidarietà nei tuoi compagni di corso, ma era meglio se non chiedevi.

12. Ma sono le 4, sei sfinita e decidi di arrenderti e andare a dormire.

13. Arrivi in sede, la tua collega che “sono nella merda, non lo supererò mai” ha appena ricevuto un 30 e lode.


14. Ma non c’è tempo per incazzarsi, tocca a te, è il tuo turno.

 15. Inizia l’esame, subito una domanda la cui risposta non sembra convincere molto la professoressa.

16. Sei disperata, inizi a dire quel poco che ti ricordi senza un filo logico e poi passi ad inventare problemi familiari, con la vita e il cane che ti ha mangiato gli appunti..

17. Ma improvvisamente il miracolo “ok, basta così. 18, lo accetta?”


 

Altri post assolutamente da leggere: